Rendite Automatiche: 1 Lezione che Ho imparato Giocando a Monopoly


Se vuoi iniziare a capire cosa sono le rendite e le rendite automatiche, un buon modo è sicuramente attraverso il gioco del Monopoly.

Io ci ho giocato il primo dell’anno e credo di aver perso.

Dico credo, perché non ne sono sicuro in quanto abbiamo terminato il gioco in anticipo ma visto come si stavano mettendo le cose presumo che l’esito finale non sarebbe stato a mio favore. Ad ogni modo non posso saperlo… Monopoly è veramente un gioco senza fine.

Eravamo in 3 a giocare quella partita e c’è voluto un po’ per smuovere le cose proprio perché eravamo in pochi.

Diamo qualche nome ai partecipanti.

DAVIDE (io)
LORENZO
MANUELA

3 giocatori , 3 età diverse e 3 psicologie diverse, anche se accomunate dalla medesima voglia di vincere.

Purtroppo il fattore “c” non è stato a mio favore in quanto non atterravo mai su proprietà libere e non riuscivo ad impossessarmene.

C’era invece un altro giocatore, Lorenzo, che ha avuto il fattore “c” dalla sua parte fin dall’inizio. Infatti era lui che possedeva la maggior parte delle proprietà.

Purtroppo questo apparente vantaggio non gli è bastato per vincere la partita ed anzi… è stato il primo ad uscire dai giochi.

Il motivo di tale disfatta era dovuto a due fattori principali:

  • sfiga con una carta delle probabilità
  • errore di negoziazione che gli è costato il ko tecnico

Nel primo caso ha dovuto sganciare parecchio cash per delle spese di manutenzione delle sue case e si da il caso che ne possedeva parecchie ma si trattava di proprietà che gli davano si molte rendite automatiche, ma d’importo medio/basso (low ticket).

Nel secondo caso ha negoziato male ed ha ceduto la proprietà sbagliata alla persona sbagliata, Manuela, che è stata poi responsabile del suo ko tecnico proprio grazie a quella giocata.

La giocata consisteva nel barattare proprietà con altre proprietà, soltanto che Manuela ha saputo muoversi meglio di Lorenzo nelle fasi successive, concentrando i suoi sforzi nell’acquisto di parecchie case su 3 sole proprietà.

Il vantaggio di queste proprietà è che erano ad alto costo per chi ci passava su, rappresentando di conseguenza, un enorme incasso per Manuela che le possedeva.

Questa, è stata la mossa che ha messo fuori uso Lorenzo, in quanto è passato sopra su una di quelle proprietà ed è stato costretto ad ipotecare molte delle sue proprietà per riuscire a pagare gli esosi affitti di Manuela.

Lorenzo ha dovuto ipotecare perché stava con pochi contanti, e stava con pochi contanti perché ha voluto arraffare più proprietà possibili ad inizio gioco, spendendo più di quello che riusciva ad incassare dall’affitto di quelle proprietà.

Oltre a questo ha dovuto pagare per delle spese di manutenzione, in un momento in cui già non godeva di grande salute finanziaria proprio a causa di questo suo attacco iniziale.

Ma in mezzo a tutto questo io che facevo?

Soffrivo… e me la giocavo al meglio delle mie possibilità.

Come ti ho già accennato non ho avuto la fortuna dalla mia parte.

Quando gli altri atterravano su proprietà libere da acquistare, io atterravo su imprevisti e probabilità, perdendo così terreno nei confronti dei miei avversari che si avvantaggiavano con l’acquisto di molte proprietà.

Ho inoltre commesso un errore ad inizio gioco, lasciando andare all’asta una proprietà che poi sono riuscito a riacquistare grazie alle mie capacità di lettura della partita e di negoziazione.

Ho infatti messo a segno un paio di trattative che mi hanno consentito di costruire rendite su zone interessanti… trattative che avevano anche l’intento di isolare Manuela dal gioco, in quanto avevo capito che non stava giocando a cazzo.

Purtroppo ciò non è bastato, in quanto Lorenzo ha poi consegnato su un piatto d’oro le proprietà di cui ti parlavo prima, che non solo hanno sancito il ko tecnico di Lorenzo, ma che hanno anche rimesso in gara Manuela, incoronandola a vincitrice ufficiosa di quella partita.

Insomma… ho giocato al meglio delle mie possibilità commettendo qualche errore di troppo.

Questa partita mi è servita ad apprendere una lezione fondamentale, sia nel Monopoli che negli affari reali.

L’High Ticket vince sempre sul Low Ticket!

Manuela ha vinto perché si è costruita poche rendite ma con margini decisamente enormi.

Lorenzo ha perso perché si è costruito moltissime rendite ma con margini minuscoli.

Incassare 1000 in un colpo solo è molto più facile e meno dispendioso e meno rischioso, che incassare 1000 in 10 colpi da 100 o peggio ancora, in 100 copi da 10.

Sono abbastanza sicuro che i miei avversari non abbiano idea di come sia siano ritrovati a vincere o a perdere quella partita.

Manuela qualcosa ha capito e l’ha sicuramente applicata in maniera inconscia mentre giocava.

Io ho appreso molto da una partitella improvvisata durata poco più di 3 ore, e per il prossimo raduno ho già in mente una nuova e potente strategia a cui nemmeno la sfiga potrà opporsi.

Spero che questo controverso articolo ti sia stato utile per capire alcune cose.

Colgo l’occasione per segnalarti una risorsa fenomenale che non ti aiuterà a costruire rendite automatiche nel gioco, ma bensì nella vita reale!

👉 ACCEDI AL PROGETTO RAM!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *