Guadagnare Con Le Affiliazioni: 2 Cose da NON Fare


Se vuoi guadagnare con le affiliazioni devi prestare attenzione a non commettere alcuni degli errori più comuni commessi da affiliati anche esperti.

Si tratta di punti strategici abbastanza ovvi, ma mi rendo conto che ciò che sto per dire possa sembrare una rivoluzione per molti. Prendete carta e penna e segnatevi questi punti.

MAI promuovere il link diretto di affiliazione

Si tratta di una prassi da evitare in qualunque caso poichè comporta numerosi svantaggi.

Il link di affiliazione viene spesso malvisto dalle società di advertising, che addirittura tendono a bannare le campagne con i link diretti. Facebook è una di queste e pare stia ristringendo ulteriormente le sue norme di advertising.

Fare email marketing con i link diretti di affiliazione non è una scelta saggia in quanto la probabilità che le email finiscano in spam è molto alta. Questo è dovuto al fatto che una valanga di affiliati promuovono quello stesso sito in modi più o meno leciti. I client di posta elettronica se ne accorgono ed iseriscono il nome di quel dominio in una sorta di lista nera (blacklist) impedendo quindi la ricezione corretta da parte del potenziale cliente.

MAI pubblicizzare l’azienda che da l’affiliazione

Per guadagnare con le affiliazioni occorre differenziarsi dal resto degli affiliati.

Una cosa che tendono a fare tutti, ma proprio tutti, è pubblicizzare l’azienda con cui si è deciso di iniziare questa collaborazione.

Questo è un errore che non viene mai capito.

Il focus non dev’essere lavorare per qualcun’altro, il focus dev’essere lavorare per se stessi e questa cosa di pubblicizzare direttamente le altre aziende equivale a lavorare per i sogni di qualcun’altro.

Vedo spesso su facebook: pagine, gruppi, loghi, video e profili personali che rimandano al brand a cui fa riferimento l’affiliazione… errore.

Il procedimento corretto è ciò che io chiamo volgarmente “ribrandizzazione”.

L’affiliazione di fondo è sempre quella, ciò che cambia è il modo di porsi e di entrare nella mente delle persone. Siete voi il prodotto!

Oltretutto guadagnare con le affiliazioni è rischioso in quanto non si ha il controllo dell’azienda a cui ci si è affiliati. Ribrandizzare un marchio sotto spoglie differenti può essere utile nel momento in cui l’azienda che forniva l’affiliazione smette di fornire l’affiliazione.

Una volta creato un brand differente è possibile sostituire l’affiliazione con un altra, l’importante è che sia della stessa nicchia di mercato e che sia stato fatto un buon lavoro di posizionamento a monte. Sono discorsi un po’ fini me ne rendo conto, ma è solo facendo cose difficili che si può dominare il mercato.

Vuoi un esempio di ribrandizzazione?

? ACCEDI AL PROGETTO RAM!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *